Meno gamberi e meno “bufale”: la dieta prenatalizia del Caffè delle Scienze

Come già annunciato in precedenza (ad esempio qui) giovedì ci sarà l´ultimo appuntamento dell´anno solare con il Caffè delle Scienze.

Intrigato dai temi che verranno presentati nel corso di questo evento, sono riuscito a contattare i ricercatori che cercheranno di riscaldare un pomeriggio invernale con un po´di sana divulgazione scientifica. I primi ospiti saranno Piero Giulianini, Professore di Zoologia dell´Universitá di Trieste, e Chiara Manfrin, ricercatrice universitaria:

Buongiorno Chiara! Giovedì ci parlerai di gamberi e biodiversità, ci puoi dire qualcosa di più?

Certo, parlerò degli effetti dell´introduzione di specie aliene (come ad esempio il gambero rosso della Louisiana, il Procambarus clarkii) da altri habitat nella nostra Regione.

Effetti che molto spesso sono deleteri, non è cosí?

Esattamente: l’introduzione di specie aliene molto spesso comporta la riduzione della biodiversità perchè queste specie risultano essere competitive e in molti casi “vincenti” sulle specie native. Questo naturalmente va ad intaccare i delicati equilibri dell´ecosistema “ospite”, un evento assolutamente da evitare: ne è prova il fatto che il gambero rosso della Louisiana è attualmente oggetto di un finanziamento europeo volto all’eradicazione di questa specie dalla nostra Regione

A faccia a faccia con l'alieno: il Gambero Rosso della Louisiana (giornalettismo.it)

A faccia a faccia con l’alieno: il Gambero Rosso della Louisiana (giornalettismo.it)

Il Caffè delle Scienze, per sua natura, è un evento che cerca di abbracciare la scienza a 360°: capita così di passare dalle specie aliene alla comunicazione del rischio sismico, argomento che verrà affrontato da Marco Mucciarelli, Direttore Centro Ricerche Sismologiche OGS (Istituto Nazionale di Oceanografia e di Geofisica Sperimentale).

Buongiorno Marco! Perchè è importante parlare di terremoti, oggi?

Parlare di terremoto è fin troppo facile quando serve meno, ovvero dopo un evento catastrofico, e molto difficile quando servirebbe di più, cioè quando tra due eventi bisognerebbe predisporre le difese per mitigare le conseguenze del prossimo.

Oggi molti parlano di terremoti antropologici, causati dall´uomo. Cosa ne pensi a riguardo?

 Molto spesso, grazie anche al forte impatto dei social media, oggi c’è chi pensa che tutti i terremoti siano colpa di qualche complotto o tecnologia segreta. Questa deresponsabilizzazione è molto suadente per chi non vuole comprendere che sono le conseguenze di un terremoto a dipendere dalle colpe dell’uomo.  Discuteremo il fenomeno della sismicità indotta, e con il ragionamento smonteremo alcune delle “bufale” che circolano più frequentemente su terremoti.

Gli effetti del terremoto dell´anno scorso a Modena (restodelcarlino.it)

Gli effetti del terremoto dell´anno scorso a Modena (restodelcarlino.it)

Biodiversità e gestione delle catastrofi naturali: due temi molto distanti tra loro ma che, alle soglie del 2014, riguardano da vicino ognuno di noi: per capirne qualcosa di più l´appuntamento è  alle h 18 del 12 Dicembre, all´Antico Caffè Tommaseo. Spread the voice!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...